Home Lifestyle L’arancino entra nell’Oxford English Dictionary
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

L’arancino entra nell’Oxford English Dictionary

0
arancino

L’Oxford English Dictionary nell’aggiornamento di ottobre tra parole in slang e di uso ormai frequente inserisce anche il termine “arancino” che descrive come “polpette di riso” con “ripieno salato”, “ricoperte di pangrattato e fritte, tipicamente servite come antipasto o spuntino”.

Il termine è stato inserito al maschile singolare, smarcando l’eccezione femminile (“arancina”) che molti siciliani preferiscono usare e che è stata spesso oggetto diatribe all’interno del territorio siculo. I siciliani residenti nella parte occidentale dell’Isola, come i palermitani, sostengono che il termine corretto sia “arancina”, mentre quelli della zona orientale, come i catanesi ed alcune zone di Ragusa e Siracusa preferiscono il termine coniugato la maschile.

Storia di arancini…e arancine

La prima attestazione del termine arancino, come messo in evidenza l’Accademia della Crusca, risale al 1942, anno in cui è stato riportato per la prima volta all’interno di un dizionario e catalogato come “forma dialettale siciliana”. La parola “arancina”, invece, è stata citata per la prima volta all’interno di un Dizionario dialettale siciliano scritto tra il 1895 e il 1900 circa ed è stata registrata dalla lessicografia italiana dallo Zingarelli del 1917.
Non esistono dati sul consumo di arancini in Sicilia ma nel giorno di Santa Lucia, quello che secondo tradizione è inibito al consumo di pasta e pane, la cui punizione divina costerebbe il prezzo della perdita della vista, sarebbero oltre un milione quelli consumati nella sola Palermo.
Il 18 ottobre scorso gli arancini, con altri gusti e sapori dell’Isola, dal pistacchio di Bronte ai cannoli di ricotta, sono stati protagonisti della “Sicily Fest London”, manifestazione giunta alla sua sesta edizione con pienone di pubblico alla Boiler House, il suggestivo ex edificio industriale che sorge nella celebre Brick Lane, l’arteria della vita mondana nell’East London. Proprio il successo dell’evento in terra londinese ci spiega come mai il termine sia potuto entrare di diritto nel prestigioso dizionario!

5/5 (1)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here