Home Cucina Vegana World Vegan Day: uno stile di vita scelto da sempre più italiani
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

World Vegan Day: uno stile di vita scelto da sempre più italiani

0
quandoo thefork world vegan day

La cucina vegana è una delle tendenze alimentari in crescita negli ultimi anni, considerato più uno stile di vita che una dieta. Secondo l’ultima rilevazione Eurispes[1], il numero dei vegani è in costante aumento in Italia: questo gruppo infatti ha registrato una crescita dell’1% rispetto al 2018.

Il 1° novembre si festeggia in tutto il mondo il World Vegan Day, e per l’occasione TheFork e Quandoo hanno rilevato in base alla propria piattaforma le preferenze culinarie in ambito vegan.

Quandoo: i 5 locali vegani più prenotati sulla piattaforma

Quandoo, la piattaforma di prenotazione di ristoranti con la più rapida crescita a livello globale, che permette di prenotare in oltre 18.000 ristoranti nel mondo di cui 5.000 in Italia, contempla da tempo la presenza di diversi ristoranti che offrono menù privi di derivati animali e cruelty-free prenotabili attraverso la piattaforma.

Giornata Mondiale del Veganismo

In Italia, lo stile di vita vegano è in forte aumento: le prenotazioni per ristoranti vegani su Quandoo hanno fatto registrare una crescita del 50% rispetto al 2017. Dando uno sguardo alle singole città italiane, Milano è in testa alla classifica con un incremento delle prenotazioni pari al 100%, seguita da Torino (+50%), Roma (+21), Napoli (+18%) e Catania (+16%).

La celebrazione del World Vegan Day fissato per il primo novembre è stata istituita nel 1994 da Louise Wallis, allora presidente della Vegan Society nel Regno Unito, per commemorare il 50° anniversario della fondazione dell’organizzazione e della nascita dei termini ‘vegano’ e ‘veganismo’.

Della cucina vegana tutti ormai conoscono i principi e le regole generali, nonché gli ingredienti di base come alghe, seitan e tofu. Sono inoltre entrati nella quotidianità prodotti come il gomasio o il lievito a scaglie, perfetti per dare quella sferzata di gusto in più a una semplice pasta.

I ristoranti vegani più prenotati su Quandoo

L’utilizzo di ingredienti di prima qualità e tecniche di cotture particolare capaci di lasciare intatti i valori nutritivi di ogni singolo ingrediente sono fattori che definiscono l’esperienza culinaria in un ristorante vegano. Ecco i cinque migliori locali a Milano, Roma e Venezia, dove assaporare menù primi di derivati animali e cruelty-free prenotabili sulla piattaforma di Quandoo.

Ghea: ristorante a Milano, è un laboratorio di cucina naturale, biologica, vegetariana e vegana che si trova nella zona della stazione di Porta Genova. Ingredienti freschi e stagionali di produzione biologica sono alla base del menù del ristorante, che offre piatti creativi e ricchi di sapore. Da non perdere: Ravioli neri ripieni di crema di agrumi con dadolata di verdure di stagione leggermente piccante, carciofi alla nepitella e panure al limone

Cibò Ristorante Vegan
: in via Achille Maiocchi a Milano, questo locale è considerato un’oasi ideale per chiunque ricerchi una cucina naturale e vegana, dove ogni portata è cruelty-free improntata alla salute. Diverse le ricette che riscoprono i sapori della terra, in un equilibrio fra cereali, verdure, soia e grano che segue i principi naturali.  Da provare: Riso basmati con verdure e tamari

Solo Crudo
: bistrot crudista a Roma in zona Prati. Ogni pietanza servita viene preparata con una cottura massima di 42°, per non eliminare tutte le proprietà nutritive degli ingredienti. Solo Crudo è un misto tra una cucina vegana che riesce a essere succulenta e leggera allo stesso tempo, e una cucina sperimentale che si concentra sull’aspetto salutare. Da non perdere: Cacio, pepe e cardoncelli – spaghetti di zucchine, formaggio anacardi, cardoncelli cotti a bassa temperatura, pepe.

VgGoloso: ristorante a Mestre, propone ricette con ingredienti vegetali e biologici che contribuiscono inoltre alla riduzione dell’emissione di sostanze chimiche nell’ambiente. In menù: Black Burger di fagioli neri e sesamo con verdure del giorno

100% Bio: locale vegetariano e vegan friendly a Roma in zona Aventino, offre prodotti, come dice il nome, cento-per-cento biologici e controllati. Oltre alla formula buffet con oltre 40 piatti biologici e vegani, è possibile provare il Tempeh con fagiolini e seitan con peperoni

Essere vegetariani o vegani non è solo più una scelta dettata dalla moda del momento: le persone che intraprendono questo stile di vita, scelgono in modo molto consapevole di abbracciare un regime alimentare molto specifico”, commenta Andrea Favarato, VP Southern Europe di Quandoo. “Anche la ristorazione risponde alla crescita della domanda, basti pensare all’offerta proposta da un numero sempre maggiore di locali che integrano nei propri menù proposte ad hoc, nonché alla nascita di ristoranti 100% vegani, che come confermano i dati registrati sulla nostra piattaforma, sono sempre più richiesti dagli utenti”.

Indagine TheFork: l’80% degli italiani proverebbe un ristorante vegano

Salutare per il corpo e per l’anima, la cucina vegana è una delle tendenze alimentari in crescita negli ultimi anni. L’attenzione a sostenibilità e salute conducono sempre più a una dieta senza carne, uova e altri derivati animali. Per questo TheFork, tra le principali app di prenotazione online di ristoranti, ha deciso di approfondire il fenomeno attraverso un sondaggio[1] su questo tema in occasione del World Vegan Day – il prossimo 1° novembre.

Ormai da diversi anni le opzioni vegan nel panorama alimentare sono in crescita così come l’interesse dei consumatori. In Europa, l’Italia ha registrato l’aumento più forte di prenotazioni presso i ristoranti che offrono anche piatti vegani: i booking sono cresciuti infatti di 26 volte dal 2016 al 2019. A seguire il Belgio – con un aumento di 12 volte – e la Francia – 10 volte.

L’Italia è anche il paese del gruppo TheFork con il maggior numero di ristoranti con opzioni vegane[2]: il 22% dei ristoranti partner offre almeno un piatto veg nel menù. Seguono la Danimarca con il 20% e il Belgio con il 17%.

Se l’Italia è il paese con il maggior numero di indirizzi vegan friendly, a livello di città è Parigi a offrire la più ampia scelta con 293 ristoranti, seguita da Barcellona (266). In Italia la top tre è costituita da Roma (264), Milano (124) e Torino (55).

Dal punto di vista dei consumatori, a livello europeo gli spagnoli si sono detti più interessati a questo trend (43% dei rispondenti), seguiti dai francesi (36,7%) e dagli italiani (26,4%).[3] Le donne sono in generale più propense a uno stile di vita vegano rispetto agli uomini (40% vs. 33%) e laddove i consumatori non si sono dimostrati interessati ad abbracciare questa filosofia, la maggior parte si è dichiarata disposto a ridurre il consumo di carne in futuro (51% dei rispondenti).

In Italia il trend risulta positivo con l’81% dei rispondenti che dichiara di voler provare un ristorante vegano e il 48% si dice interessato a limitare il consumo di carne in futuro.

Per semplificare la ricerca di ristoranti vegani, TheFork ha inserito tra i suoi tag di ricerca il filtro piatti vegani: basta digitarlo nell’apposito campo per avere una selezione dei ristoranti con opzioni veg nelle vicinanze. E per gli indecisi, ecco gli indirizzi che hanno ottenuto a oggi i giudizi migliori:

 

Pesto di Pistacchio, Trani

“Deliziosamente vegan”, così si definisce il ristorante Pesto di Pistacchi di Trani. La filosofia del ristorante non è tanto quella di seguire una “moda” ma quella di proporre una cucina di alta qualità ed etica allo stesso tempo. Da provare: Sformatino di patate e anacardi su vellutata di topinambur con tartufo in scaglie.

 

Flora Vegano e Gluten Free, Verona

A Verona il ristorante Flora è una certezza per celiaci e vegani: qui non troverete neanche una traccia di glutine e nessun prodotto di derivazione animale. Il motto è “Eat different”, mangiare in modo diverso senza dimenticare la gioia del buon cibo. Da provare: Vellutata di zucca con cous cous di macadamia.

 

Vitto Pitagorico, Napoli

Vitto Pitagorico è un ristorante pizzeria vegano, vegetariano e crudista. Qui troverete una carta ricca e per tutti i gusti, dai primi – tutti con nomi molto particolari – alle zuppe. Da provare: la zuppa Nirvana, una zuppa crudista al latte di cocco, broccoli, funghi, zenzero e peperoncino.

 

Missfagiola Green Lab, Bologna

Quando un bolognese dice che qualcosa “lo sfagiola” significa che gli piace proprio tanto! Ed è quello che penserete dopo un pasto da Missfagiola Green Lab, dove Alessia Gaggioli – proprietaria bolognese doc – propone un menù green tutto da scoprire. Da provare: Pappardelle raw km0, pappardelle crudiste di carote bio al burro di mandorle.

VgOloso, Venezia

Come dice il nome stesso del ristorante, da VgOloso troverete molte golosità tutte 100% vegetali, con opzioni senza glutine e biologiche. Da provare: Penne di riso, curcuma e zenzero con salsa alla zucca, cardamomo e mandorle tostate.

 

Albaspina BioAgriturismo Vegan, Monticello Conte Otto (Vicenza)

In un luogo incantevole nel vicentino troverete il BioAgriturismo Albaspina, dove poter gustare una cucina completamente vegana, fatta con ingredienti bio di alta qualità e con verdure appena raccolte dall’orto. Da provare: Polpettine di anacardi e melanzane con sugo di pomodorini e peperoni in cestino di pane con salsa guacamole.

 

Momo Cucina Sana, Pontedera (Pisa)

In questo ristorante di Pontedera, nel pisano, troverete una cucina sana – come dice il nome stesso del locale – sfiziosa e 100% vegetale, con dei nomi tutti particolari. Da provare: Cibo per la pace, riso basmati, purè di lenticchie, curry di verdure, chutney e cracker.

 

Cavò Bistrot, Cagliari

Stagionalità, biologico e cucina vegetale sono gli elementi chiave che compongono l’offerta del ristorante Cavò Bistrot di Cagliari. Qui tutto è preparato e trattato con la finalità di rimanere fedeli al gusto delle materie prime. Da provare: Cagliari Milano A/R, un risotto allo zafferano con crema di anacardi e mandorle, Campari e Mirto.

 

La Dispensa di Amelia, Arezzo

Nella dispensa di Amelia troverete solo prodotti di prima qualità con cui vengono preparati piatti di origine completamente vegetale, con cui si cerca di reinterpretare la tradizione in chiave contemporanea. Da provare: Omelette veg con cipolle rosse di Tropea caramellate al Sirah e maionese al tartufo.

 

Flower Burger (Torino)

Flower Burger è ormai noto a tutti come il primo ristorante che è riuscito a combinare tutto il gusto dei burger con una cucina completamente vegetale. Con indirizzi sparsi in tutta Italia (RomaRiminiBariPalermo, sono solo alcuni), non potrete non apprezzare i loro piatti colorati e sfiziosi. Da provare: Spicy Cecio, fatto con pane giallo, burger di ceci e orzo, tartare di cipolle di Tropea, pomodori, insalata, spinaci e salsa spicy.


[1] Indagine condotta nell’ottobre 2019 sugli utenti di TheFork, totale degli intervistati: 2.275.

[2] Dati 2019, analisi sulla base di 65.000 ristoranti partner di TheFork, lo studio si basa su ristoranti etichettati vegan o che propongono piatti vegan nel menù.

[3] Le percentuali fanno riferimento alla risposta fornita dagli intervistati alla domanda “Sei interessato al trend vegan?”

 

 

Quandoo
Quandoo è la piattaforma di prenotazione per i ristoranti in tempo reale che sta registrando la più rapida crescita a livello globale. In meno di 6 anni, Quandoo ha raggiunto 12 Paesi e ospitato più di 135 milioni di clienti in oltre 18.000 ristoranti. La tecnologia di Quandoo fornisce a ristoranti e utenti gli strumenti necessari per rendere un pranzo o una cena un momento davvero unico di degustazione delle specialità locali e non. Con headquarter a Berlino e sedi in Austria, Svizzera, Italia, Turchia, Regno Unito, Hong Kong, Finlandia, Singapore, Australia e Paesi Bassi, i fondatori puntano a far diventare Quandoo il marketplace leader nel mondo per le esperienze legate al cibo e al settore food. Quandoo fa parte di Recruit Holdings e con le sue consociate HotPepper e AirRegi costituisce la più grande azienda di software e marketing per ristoranti al mondo. Quandoo conta nel proprio team oltre 500 persone provenienti da 50 Paesi.
The Fork
TheFork, brand di TripAdvisor®, è la piattaforma leader in Europa per le prenotazioni online di ristoranti, con un network di 65.000  ristoranti a livello globale e 27 milioni di visite al mese. La piattaforma opera come “LaFourchette” in Francia e Svizzera, “ElTenedor” in Spagna, “TheFork” Italia, Olanda, Belgio, Portogallo, Brasile, Svezia, Danimarca, Australia, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Messico, Perù e Uruguay. Inoltre, è attiva anche in inglese come “TheFork.com“. TheFork mette in contatto utenti e ristoranti, permettendo ai primi di cercare e prenotare il tavolo online e ai secondi di aumentare le prenotazioni e la fedeltà dei clienti. Attraverso TheFork (sito e app), così come su TripAdvisor, gli utenti possono facilmente selezionare un ristorante in base alle loro preferenze (per esempio localizzazione, tipo di cucina e prezzo medio), consultare le recensioni degli utenti, controllare la disponibilità in tempo reale e prenotare all’istante online. Per i ristoranti, TheFork fornisce un software, TheFork Manager, che consente di ottimizzare le prenotazioni e le operazioni, e di migliorare servizio e ricavi. 
TripAdvisor
TheFork, brand di TripAdvisor®, è la piattaforma leader in Europa per le prenotazioni online di ristoranti, con un network di 65.000  ristoranti a livello globale e 27 milioni di visite al mese. La piattaforma opera come “LaFourchette” in Francia e Svizzera, “ElTenedor” in Spagna, “TheFork” Italia, Olanda, Belgio, Portogallo, Brasile, Svezia, Danimarca, Australia, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Messico, Perù e Uruguay. Inoltre, è attiva anche in inglese come “TheFork.com“. TheFork mette in contatto utenti e ristoranti, permettendo ai primi di cercare e prenotare il tavolo online e ai secondi di aumentare le prenotazioni e la fedeltà dei clienti. Attraverso TheFork (sito e app), così come su TripAdvisor, gli utenti possono facilmente selezionare un ristorante in base alle loro preferenze (per esempio localizzazione, tipo di cucina e prezzo medio), consultare le recensioni degli utenti, controllare la disponibilità in tempo reale e prenotare all’istante online. Per i ristoranti, TheFork fornisce un software, TheFork Manager, che consente di ottimizzare le prenotazioni e le operazioni, e di migliorare servizio e ricavi. 
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (1)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here